lunedì 8 settembre 2008

Costruire un pollaio - Prova numero 1

Marco ed io difficilmente discutiamo ma ci son delle questioni che proprio devono essere elaborate in una famiglia: ad esempio, dove costruire un pollaio? Quale forma dargli? chiuderlo sopra o fare solo una recinzione? Lasciare le galline future libere di razzolare per il giardino oppure no?

Così dopo tre giorni di confronti alle volte aspri e letture disparate in internet (attento studio delle foto pubblicate su: il pollaio del re), siamo arrivati ad una soluzione che poteva soddisfare tutti e due!

Abbiamo deciso di fare un pollaio chiuso e di tenere le galline in un recinto. Questo per evitare che si mangino tutto l'orto e che vengano mangiate dai nostri gatti che uccidono qualsiasi cosa si muova! Faremo però degli espirimenti di libertà vigilata, e se andrà bene potranno essere libere di giorno e radunate di notte.

Il pollaio sarà di 9 metri circa (area aperta) più 1,5x1,5 di "casina". L'altezza della recinzione è di circa 2,30 m. Avremo 3-4 galline. Se qualcuno può gentilmente consigliarci quali sono le misure giuste per far vivere dignitosamente le galline si faccia avanti che noi siamo nuovi nel campo e stiamo ancora cercando di capire e studiare!

Inutile dire che la decisione più condivisa era quella di fare un pollaio a costo zero, e per questo abbiamo fatto il waste tour di Bologna con ottimi risultati. Tuttavia, siamo stati costretti a comprare la rete (20 metri) - costo 80 euro - (il pollaio è quindi diventato ufficialmente un hobby e non si ripagherà mai).

La struttura è costituita da un vecchio gazebo un po' storto che era ormai destinato all'inceneritore di via del Frullo e che ha trovato nuova vita regalando al tempo stesso stile ed eleganza al nostro pollaio!!!

I gatti hanno già iniziato ad adorare la nuova struttura, i nuovi ospiti arriveranno sabato e vedremo cosa ne pensano! abbiamo bisogno ancora di qualche giorno per finirlo ma nel frattempo pubblico in anteprima alcune foto:


9 commenti:

Nicola ha detto...

Complimenti! Molto più stiloso del mio!

Anonimo ha detto...

povere galline.........siete dei nazisti, sempre chiuse a produrre uova!!!!!!
Baci johstro

Anonimo ha detto...

@ Nicola: stiloso eh???

@ Andrea-Johstro-Fuzzi San: significa che quando verrai a cena o passerai da qui in bici tu non vorrai mangiare le uova???? seeeeee, vedrai come vengon su bene con l'aria dell'inceneritore!

MarcoP ha detto...

ragazzi, voi siete proprio incredibili!
;-)

M.

Daria & Marco ha detto...

x MarcoP: sì, a volte abbiamo delle idee incredibili, nel senso che sono quasi inverosimili e assurde! non ci si annoia mai! ora vediamo come si troveranno i nuovi ospiti e cosa diranno i vicini di casa!!!

piuttosto, mi sono giunte voci che allevare galline sia illegale e che possono fare delle super multe... qualcuno sa qualcosa?

Grazie a Nicola per i suoi consigli super preziosi! anche lui nel commonwealth dei rospi e delle zanzare pare essere piuttosto fuori dal normale! (che è un complimento!)
http://ortodicarta.wordpress.com/

Anonimo ha detto...

alla faccia dal pollaio, pare più una voliera per pavoni, voglio essere assunto come gallina... Cristiano

I fiori del bene ha detto...

Ciao !
Vi leggo spesso , ma non ho mai commentato prima di oggi .
Ho scoperto il vostro blog grazie a Stradaalternativa (sono anche io iscritta al circuito ) .
Ho trovato questo post interessante ed anche divertente . Ed è per questo che vi ho candidato per il premio "Amicizia e Simpatia" (per dettagli , visitare http://ecospugne.altervista.org/blog/archives/94 ).
Bè ,a quando un bel post su come costruire una serra ? Sono alla ricerca di idee !

Andrea ha detto...

Ciao! so che forse arriverò in ritardo, ma un paio di cose provo a raccontarvele...
come dimensione 9 m quadri vanno più che bene per delle razze tranquille, se optate per ospitare circa 4 esemplari. Concedete dai 2 ai 4 metri quadri ad ogni esemplare, e i polli dovrebbero godere di un certo benessere psicofisico. L'area coperta dev'essere di almeno 1 metro quadro ogni 4 galline, le pareti devono essere solide e possibilmente senza fessure, e metà del rifugio dovrà essere coperto con dei posatoi dove le bestiole possano appollaiarsi per dormire. Ovviamente con uno spazio "da passeggio" così ridotto il manto erboso si trasformerà nel deserto dei tartari: magari potreste optare per qualche rete spostabile in maniera da offrire "materiale da spiluccamento" fresco ai vostri polli. Attenti a non posizionare il rifugio con l'ingresso verso nord. Come razze... se posso fare un appello, scegliete una razza italiana! Se lo scopo è principalmente quello delle uova, io proporrei la robusta maculata, l'ermellinata di rovigo o la robusta lionata... rispetto alla livorno fanno meno uova ma sono di indole più tranquilla. se spazio e vicini ve lo permettono, inserite un galletto: le uova fecondate hanno un maggior valore nutritivo.
se c'è dell'altro... fate sapere! ciao!

Paola ha detto...

avevo lo stesso gazebo nel girdino, e durante un forte temporale estivo è volato via, si è accartocciato tutto!!!! il tendalino sopra i caso di forti venti potrebbe fare da vela...